Regno Unito verso l’addio all’OMS?
Se ti piace l'articolo, condividilo

Nigel Farage, una delle voci principali della campagna per la Brexit, chiede al Regno Unito di prepararsi a uscire dall’OMS.

Che Nigel Farage sia serio nel suo intento è stato dimostrato: il politico e giornalista ha avuto un ruolo essenziale nella campagna di uscita dall’UE e un anno dopo è stato uno dei fondatori del Partito della Brexit. È stato deputato al Parlamento europeo per 20 anni, fino a quando i britannici hanno lasciato con successo l’UE. Ha un certo peso a Londra, anche se questo non piace a molti. Ora chiede l’uscita britannica dall’OMS.

“La Brexit significava riprendere il controllo!” Nigel Farage si scaglia contro la presa di potere dell’Organizzazione mondiale della sanità: “Non se n’è nemmeno parlato”

OMS contro gli Stati nazionali

Nonostante il Regno Unito non possa firmare i trattati dell’OMS, secondo Farage è essenziale uscirne, come ha dichiarato in un recente articolo. Il Telegraph lo ha intervistato riguardo all’OMS: Farage chiede che il Regno Unito esca dall’organizzazione delle Nazioni Unite, “anziché concederle il potere di guidare il paese verso lockdown durante le pandemie”, afferma
il politico.

Farage attualmente è presidente del partito “Riforma UK”, nato dalla Brexit Party, e definisce l’OMS come “un organismo sovranazionale fallimentare, costoso, non eletto, non responsabile”. Il gruppo di Ginevra “calpesta” gli Stati nazionali,“imponendo loro la politica sanitaria”. Il governo britannico ha
assicurato alla Camera dei Comuni di Londra che non firmerà alcun trattato che concederebbe poteri all’OMS. Questo sarebbe una sorta di rifiuto della riforma dell’OMS, sempre che i deputati credano al governo. Farage vuole comunque di più e invita i ministri a essere “pronti” a lasciare l’organizzazione se necessario, ha detto lunedì.

Un passo simile è già stato compiuto da Donald Trump durante il suo mandato, ma lo statuto dell’OMS
non prevede l’uscita. Prevede solo un passaggio a “inattivo”, rendendo possibile un rapido ritorno. Quindi, l’uscita da sola non è sufficiente nel lungo termine.

Non solo ne abbiamo abbastanza dei lockdown, ma ora tutti possiamo vedere l’approccio adottato dalla Florida e dalla Svezia dove la vita è continuata, anche se con alcune restrizioni, era un approccio migliore.

Forse è per questo che Farage si è unito al gruppo Action on World Health (AWH), che attualmente sta lanciando una campagna per riformare l’OMS. Secondo l’AWH, l’OMS ha “ripetutamente fallito” nella protezione della salute pubblica. Afferma che a Ginevra si è sostenuto che l’OMS si sia dimostrata inefficace sia durante il Covid19 che durante l’epidemia di Ebola del 2014-16 in Africa occidentale e durante l’epidemia di SARS del 2003 in Asia orientale. Il primo passo di riforma che il gruppo propone è la riduzione del budget dell’OMS, che proviene principalmente dagli Stati Uniti, dal Regno Unito e dall’UE. Riducendo i fondi, si potrebbe impedire all’OMS di espandere continuamente i propri ambiti di interesse, come ad esempio con il “clima”.

Farage sui media:

“Siamo più che felici di avere un sistema di allerta precoce per una pandemia e siamo felici di aiutare altri paesi, ma faremo tutto questo su base cooperativa e se ciò non accade, dovremmo dire, ci dispiace molto, ma questo non fa per noi.”

Il gruppo sta cercando di portare nuovamente l’OMS all’attenzione del parlamento britannico. News Academy Italia ha già riferito qualche settimana fa che il fallimento dei trattati dell’OMS potrebbe minacciare fondamentalmente il gruppo di Ginevra. Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui il direttore generale dell’OMS, Tedros, vuole assolutamente far passare i trattati.

Fonte: News Academy

Seguici sui nostri social

Telegram Sfero Odysee truthsocial
Regno Unito verso l’addio all’OMS?
Tag: